Etichettatura Alimenti

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI

Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

In Italia, a partire dal 13 dicembre 2014 gli operatori del settore sono obbligati a rispettare le disposizioni generali del Regolamento (UE) 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, che aggiorna e semplifica le norme precedenti sull’etichettatura degli alimenti.

L’obiettivo del regolamento è quello di assicurare un’informazione chiara e corretta, in modo da non indurre il consumatore in rrore sulle caratteristiche, le proprietà o gli effetti dei prodotti che acquistano.

L’operatore è responsabile delle informazioni fornite sull’etichetta.

Quando gli alimenti sono preimballati, le informazioni obbligatorie devono comparire sul preimballaggio o su un’etichetta a esso apposta.

Quando gli alimenti non sono preimballati, le informazioni sugli alimenti devono essere trasmesse all’operatore che riceve tali alimenti affinché quest’ultimo possa fornirle al consumatore finale.

Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

Le informazioni obbligatorie da inserire sulle etichette alimentari

L’articolo 9 del Regolamento Europeo fornisce l’elenco delle indicazioni che ogni etichetta di prodotti alimentari è obbligata ad avere.

Si tratta di:

  • denominazione dell’alimento;
  • elenco degli ingredienti;
  • indicazione di sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze
  • quantità di tali ingredienti o categorie di ingredienti;
  • quantità netta dell’alimento;
  • termine minimo di conservazione o data di scadenza;
  • condizioni particolari di conservazione e/o condizioni di impiego;
  • nome o ragione sociale e indirizzo dell’operatore del settore alimentare;
  • paese di origine o luogo di provenienza;
  • istruzioni per l’uso (nei casi in cui la mancanza di tale indicazione possa rendere difficile un uso adeguato dell’alimento);
  • titolo alcolometrico volumico effettivo, per bevande che contengono più di 1,2% di alcol in volume;
  • dichiarazione nutrizionale (con valore energetico e quantità di grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale).

Come specificato all’articolo 13, inoltre, è importante che queste informazioni siano inserite in un punto facilmente visibile, che siano indelebili e leggibili in modo chiaro.

Al contrario, non devono essere nascoste, oscurate o limitate da altri elementi che possano interferire negativamente.

Tra le novità introdotte dal regolamento c’è l’obbligo di informazione in merito agli ingredienti allergenici contenuti nell’alimento e la dichiarazione in merito ai nutrienti, obbligatoria ora per tutti i prodotti.

Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

Informazioni facoltative

Le informazioni fornite su base volontaria devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • non inducono in errore il consumatore
  • non sono ambigue né confuse
  • si basano, se del caso, su dati scientifici pertinenti
  • non possono occupare lo spazio disponibile in etichetta per le informazioni obbligatorie
Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

Indicazioni complementari

Ecco alcuni esempi:

• I prodotti con un quantitativo di caffeina superiore a 150 mg/l che non siano tè o caffè, oltre all’indicazione “tenore elevato di caffeina”, riporteranno la dicitura “Non raccomandato per bambini e donne in gravidanza o nel periodo di allattamento”.

• Gli alimenti con aggiunta di fitosteroli e fitostanoli riporteranno la dicitura “addizionato di steroli vegetali” o “addizionato di stanoli vegetali”. Sarà evidenziato che l’alimento è destinato esclusivamente a coloro che intendono ridurre il livello di colesterolo nel sangue. Inoltre, verrà indicato che il prodotto potrebbe non essere adeguato per le donne in gravidanza, in allattamento e i bambini di età inferiore a cinque anni.

• I dolciumi o bevande ai quali viene aggiunta la liquirizia ad una concentrazione pari o superiore a 100mg/kg o 10mg/l, riporteranno la dicitura “c

Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

Etichettatura prodotti alimentari: le sanzioni

Successivamente all’entrata in vigore del regolamento 1169/2011, è in vigore da maggio 2018 il riferimento italiano Dal punto di vista sanzionatorio, il D.Lgs. 231/2017.

Le sanzioni, scattate ufficialmente a partire dal 9 maggio 2018, possono prevedere multe da un minimo di 500 euro fino a un massimo di 40 mila euro.

Per quanto riguarda, nello specifico, la violazione delle indicazioni obbligatorie da inserire nelle etichette alimentari, gli articoli attinenti sono quelli che vanno dall’8 al 15. Per questi, le sanzioni prevedono:

  • per violazione nella denominazione dell’alimento: multa da 500 a 16 mila euro;
  • per violazione nell’elenco degli ingredienti: multa da 500 a 16 mila euro;
  • per violazione dei requisiti nell’indicazione degli allergeni: multa da 2 mila a 16 mila euro;
  • per violazione nell’indicazione quantitativa degli ingredienti: multa da mille a 8 mila euro;
  • per violazione riguardante il termine minimo di conservazione, la data di scadenza e la data di congelamento: multa da mille a 40 mila euro;
  • per violazione nell’indicazione del paese di origine o luogo di provenienza: multa da 500 a 16 mila euro;
  • per violazione nel titolo alcolometrico: multa da 500 a 4 mila euro;
  • per violazione nelle dichiarazioni nutrizionali: multa da 2 mila a 16 mila euro.

Se vuoi essere certo di rispettare gli adempimenti previsti in tema di etichettatura degli alimenti, ed evitare il rischio di sanzioni per la tua attività, contatta oggi stesso i nostri esperti per una consulenza.

Analisi alimenti Lecce e provincia,  Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, Analisi alimenti Lecce e provincia, 

Leave a Reply

Richiedi un preventivo